Come il pensiero positivo influenza la salute

Intervista al Dott.Giovanni Ragonese, esperto in Micoterapia e Miglioramento Personale

 

Ho più volte affrontato l’argomento ‘Psiche e Salute’, sia su www.funghi-medicinali.it sia sul mio blog personale www.progettoevolutivo.it .

Penso che il delicato equilibrio tra forma fisica e ‘pensieri’ sia da mantenere il più possibile bilanciato in modo da poter vivere al meglio il nostro quotidiano. La psiche è responsabile della nostra salute, ne ho ampiamente parlato in due dei miei ebook: “Autostima” e “Vinci la Paura”.

I condizionamenti delle emozioni negative, le somatizzazioni che sono l’espressione esteriore di un disagio interno, possono incidere sul nostro stato di salute.

I pensieri agiscono come propulsori dell’inconscio e, con la loro attività, decretano se le nostre emozioni saranno positive o negative. Sta a noi controllarli, affinché la psiche non diventi prigioniera di errori di valutazione e crei, così, delle somatizzazioni. Ma questo aspetto diventa decisivo anche in altri ambiti. A seconda di come reagiamo alle sfide della vita, agli ostacoli o al dolore, creiamo il nostro futuro e la qualità della nostra esistenza. Ecco perché riuscire a controllare i pensieri è molto importante per riuscire a potenziare la nostra capacità resiliente

A questo proposito vorrei condividere con voi il parere di un autorevole esperto nel campo dell’evoluzione personale e della salute psico-fisica il Dott. Giovanni Ragonese, che ringrazio per la disponibilità.

Prima di tutto, benvenuto su Funghi-Medicinali.it, Dott. Ragonese.

Sappiamo che, in quanto a depurazione dell’organismo i Funghi Medicinali, di cui trattiamo sul sito, sono degli alimenti dalle proprietà portentose per quanto riguarda sia la purificazione del corpo come pure la prevenzione per molte patologie.

Può darci il suo parere su come i Funghi Medicinali possono agire anche sulla psiche aiutandoci a depurare anche la mente, oltre al corpo. Il fungo Shiitake, ad esempio, è stato definito come un facilitatore per la ‘Chiara Visione’, che cosa può dirci a riguardo?

pensiero-positivo-04

 

Dott. Ragonese: “I funghi, sin dalla notte dei tempi, furono usati dagli sciamani per creare una condizione di equilibrio sull’energia delle persone.

I funghi sono una specie a sé, costituiscono già un regno.. se stessi, non fanno parte del mondo vegetale, né del minerale e animale.

I funghi sono fortemente caricati dal KI della terra, infatti hanno uno scambio diretto con essa, si nutrono di terra e di tutto ciò che vive nella terra e la fertilizzano. Secondo la filosofia giapponese, i funghi ci aiutano a connetterci con l’universo regolando il nostro ki , in particolare il terzo chakra, chakra dell’ombelico, chakra del plesso solare: il suo colore è il giallo, ed è situato nella zona superiore dell’ombelico, zona dello stomaco.

Il terzo chakra simbolicamente rappresenta la terra ed è fortemente influenzato da essa; il terzo chakra ha una forte influenza sulla stabilità mentale e spirituale e, il reishi, è il fungo che influisce più di tutti gli altri funghi sul terzo chakra.

Il cappello del fungo reishi ha la forma di due spirali ed è di colore giallo-arancio. Queste due spirali, simbolicamente, rappresentano l’unione della terra e del cielo, cioè yin e yang le due energie che sorreggono l’intero universo: la forza centripeta e la forza centrifuga.

I monaci buddisti dell’antico Giappone erano soliti usare il fungo reishi nei riti spirituali, ancora oggi nei monasteri in tibet i monaci usano il the di reishi prima della meditazione.”

 

Abbiamo menzionato Shiitake in merito ad un consapevole impegno per ricercare il benessere psico-fisico. E’ indubbio che tutto parte da una revisione del nostro stile di vita, prima di tutto, e da un regime alimentare più sano, ovviamente. Può darci qualche consiglio su come integrare al meglio funghi medicinali, alimentazione e qualità di vita?

 

Dott. Ragonese: “Il modo migliore per integrare i funghi nella nostra alimentazione è in polvere o sotto forma di capsule e compresse, la dose da mantenimento è di 3gr al giorno, 3 o 4 capsule-compresse uno o due ore prima dei pasti principali, pranzo e cena, da prendere preferibilmente con un bicchiere d’acqua e mezzo limone spremuto.

Se invece i funghi vengono usati come cura alternativa o abbinata ai farmaci, le dosi vanno aumentate fino a 12 gr al giorno, in base alla gravità della malattia e divisi in tre tipi di funghi.

La miscela di oltre tre tipi di funghi non è consigliata poiché si rischia di compromettere l’equilibrio di yin e yang .

Inoltre l’alimentazione deve essere più naturale possibile. Una sana alimentazione non comprende carne rossa, latte e tutti i suoi derivati, conservanti, coloranti, cibi artificiali e industrializzati ecc ecc …..

Il fungo shiitake, inoltre, nutre tutta la flora batterica del sistema digerente, partecipando indirettamente nell’assimilazione dei cibi. Una flora batterica sana e forte, garantisce un sano e completo approvvigionamento dei nutrienti creando un corpo sano (mente sana in corpo sano).

Con queste parole, il poeta satirico Giovenale, evidenzia l’opportunità di mantenere sano il corpo perché possa avvantaggiarsene anche la mente (chiarezza mentale ) ecco perchè il fungo shiitake viene chiamato “il fungo della chiara visione” .

Per quando riquadra gli estratti dei funghi, dobbiamo specificare che devono essere usati solo per un periodo di tempo limitato, solo per le malattie gravi e sotto stretto controllo di un medico o specialista micoterapico.

Questo perché gli estratti, essendo composti di uno o più parti di un fungo, non sono più nutraceutici cioè cibi, bensì sono farmaci di derivazione naturale e come tutti farmaci hanno delle controindicazioni.

Al contrario, i funghi interi non hanno alcuna controindicazione tranne, ovviamente, per chi è allergico al fungo stesso. Da qui la necessità di un’attenta consulenza del medico esperto in Micoterapia”.

 

 

Un sentito grazie al Dott. Giovanni Ragonese per il suo contributo e per i suggerimenti preziosi che ha voluto condividere con noi.