Le cause della gastrite

gastrite come curarla

La gastrite è una patologia che racchiude e descrive alcuni disturbi che sono caratterizzati da una sintomatologia comune, ovvero l’infiammazione della mucosa gastrica. Questo tipo di infiammazione è di frequente causato da un batterio molto fastidioso, Helycobacter Pilori, la principale causa di tutti i tipi di infiammazioen gastrica.  Altre cause della gastrite  possono essere, comunque, di diversa natura come un trauma o l’uso costante di farmaci antifiammatori o, ancora, bere notevoli quantità di alcool.

I sintomi

Il disagio può presentarsi in modo improvviso, in forma acuta oppure può cronicizzarsi e perdurare nel tempo (gastrite cronica). In certi casi assume la forma di un’ulcera gastrica e compromettere seriamente le mucose dello stomaco, aprendo la strada al tumore. In generale, però, questa malattia resta contenuta e c’è anche la possibilità che si possa migliorare se si segue un regime alimentare adeguato e se utilizziamo, come cura, i rimedi naturali. Dolore localizzato, nausea spesso con vomito, eruttazioni frequenti, sono tutti sintomi della gastrite che, in qualche caso, comporta anche inappetenza e dimagrimento. I sintomi della gastrite migliorano dopo i pasti, quando il cibo ricopre le pareti dello stomaco.

integratore contro la gastrite

La mucosa dello stomaco è costituita da cellule particolari che producono acido e enzimi. Questo acido e gli enzimi servono a triturare il cibo per favorire la digestione, e al tempo stesso producono il muco, il quale ha il compito di proteggere la mucosa stessa dall’acidità. Quando è presente uno stato infiammatorio, la mucosa gastrica diminuisce in modo drastico la produzione di acido, enzimi e muco.

Come prevenire e curare la gastrite

come curare lo stomaco e prevenire la gastrite

A volte questo tipo di infiammazione è quasi inevitabile, a causa dello stress e di una cattiva alimentazione. Tuttavia, è possibile porre rimedio al disagio e, in alcuni casi prevenirlo, seguendo alcuni consigli di base. Prima di tutto:

  • Cercate di ridurre drasticamente l’uso di alcolici o, meglio. eliminatelo completamente. Abusare dell’alcool porta inevitabilmente a intaccare e corrodere la mucosa dello stomaco, causando infiammazione e anche sanguinamento.
  • Evitate il fumo. Fumare condiziona la funzione stessa della mucosa che protegge lo stomaco, rendendolo più debole ed esposto alla gastrite e all’ulcera. Forse non sapete che fumare aumenta l’acidità dello stomaco e ritarda il processo di cicatrizzazione. Ecco perchè è uno dei maggiori fattori di rischio del tumore dello stomaco. Se fumate, chiedete consiglio e supporto al vostro medico per smettere quanto prima.
  • Se possibile, diminuite l’uso degli analgesici e, se proprio non potete evitare di assumerli, cambiate il tipo di medicinale. Se possible, farmaci come l’aspirina, l’ibuprofene e il naprossene, dal momento che queste medicine sono più attive nel causare l’infiammazione dello stomaco o, nel casso la gastrite sia già in fase avanzata, possono farla peggiorare sensibilmente. Megio utilizzare il paracetamolo.
  • Prima di assumere qualunque medicinale, poi, interpellate il vostro medico di fiducia e seguite i consigli sia per quanto riguarda l’assunzione di un antiacido, sia in merito all’alimentazione.

rimedio anti reflusso

E a proposito di alimentazione vediamo qualche suggerimento per prevenire e curare la gastrite già a partire dalla tavola.

Gastrite e alimentazione

curare la gastrite e ulcera

La gastrite colpisce circa il 30% delle persone adulte. Oltre alle cause che abbiamo elencato poco sopra, anche un’alimentazione scorretta può provocare questo fastidioso disturbo. Vediamo insieme gli alimenti consigliati.

Gastrite: alimenti consigliati

  • frutta (mele, pere, banane, albicocche, frutti di bosco, melone, cocomero.
  • verdura/ortaggi (crudi o cotti, patate bollite)
  • legumi 8tutti in genere)
  • carne (bianca, cotta alla piastra, ai ferri o al vapore, senza nessun condimento aggiunto)
  • pesce (sogliola, branzino, orata, merluzzo, nasello, platessa, bollito, alla griglia o al forno)
  • uova/latte e derivati- formaggi/latticini (latte scremato, stracchino e ricotta light)
  • cereali ( pane, pasta, crackers e fette biscottate, megli integrali
  • dolci e snack (biscotti secchi, gelato, marmellate
  • condimenti (sughi leggeri,, preparati con pomodoi freschi e cotti poco, un cucchiaino di olio Evo a pasto, spezie ed erbette

Gastrite: alimenti da assumere con moderazione

  • frutta secca
  • verdura/ortaggi (pomodoro)
  • carne (rossa, prosciutto cotto, prosciutto crudo, salami, mortadella, bresaola, speck, coppa
  • pesce (salmone, tonno,pesce spada,sgombro, crostacei, frutti di mare, molluschi
  • latte e derivati-formaggi/latticini (grassi e stagionati
  • dolci e snack (cioccolato)

Gastrite: gli alimenti “vietati”

  • frutta (agrumi)
  • carne (wurstel, salsicce)
  • latte e derivati, formaggi/latticini (panna)
  • dolci e snack (dolciumi, creme, pietanze conservate in scatola e surgelate pronte per il consumo
  • condimenti 8fritti, pepe, peperoncino, sale da cucina, sughi elaborati e cotti a lungo, sughi di pesce e crostacei, salamoie e conservanti sotto sale,cibi affumicati, strutto, lardo, panna, maionese, ketchup, salsa barbecue, salsa di soia, oli vegetali
  • bevande ( alcolici, thè, caffè, bevande gassate)

Gastrite: rimedi naturali

Vediamo ora come, i funghi medicinali possono aiutarci a curare la gastrite e a contenere i fastidiosi effetti collaterali di questa patologia. Abbiamo prima di tutto il fungo medicinale Hericium.

hericiumL’Hericium è un valido gastroprotettore, un antifiammatorio, un efficace ricostruttore della mucosa. Inoltre stimola la produzione del muco che protegge la mucosa gastrica dall’acidità prodotta nella digestione, elimina i bruciori. Infine contrasta ed elimina la gastrite e migliora lo stato emotivo perché agisce sul sistema nervoso.

Il Reishi è un ulteriore aiuto specie se la patologia è particolarmente resistente. Fa la funzione di antinfiammatorio e ottimo gastroprotettore.

reishi

Anche il fungo Cordyceps risulta utilissimo per contrastare la gastrite. Produce una forte azione antinfiammatoria, permette il recupero del tono della parete muscolare dello stomaco, della mucosa, diminuendo i sintomi della gastrite. Un’altra funzione importante è quella di ripristinare la funzionalità allo stomaco che, grazie alla sua azione, non si chiude ermeticamente e non rigurgita acidità nell’esofago, aumentando così,l’infiammazione.

cordycepsPer concludere ricordiamo che, anche l’Aloe Vera, è un ottimo rimedio naturale agatto a favorire il ripristino dell’equilibrio dello stomaco e a ridurre l’infiammazione della mucosa.

aloe vera contro la gastrite

Per contrastare l’insorgere della gastrite e per curarla in modo più incisico, non dimenticate di praticare dell’esercizio fisico per scaricare lo stress e, se non vi è possibile, dedicate almeno mezz’ora della vostra giornata a meditare per abbassare i livelli di pressione alta e per scaricare le tensioni.

meditazione contro stress

La Redazione di Funghi-medicinali