Depressione, ansia e panico : i “mali del secolo”

È definito “il male del secolo”, così si identifica la depressione e con essa tutte le altre sue ramificazioni che possono trasformarsi in ansia cronica e attacchi di panico. Se da un lato la nostra prospettiva di vita è più che eccellente (siamo il terzo paese europeo con cittadini più longevi), dall’altro abbiamo un progressivo aumento delle malattie psicologiche (depressione, ansia, attacchi di panico). Questa situazione coinvolge tutte le fasce di popolazione ed in particolare i giovani.

Chiaramente, il clima quotidiano di precarietà, disagio sociale e crisi economica incide pesantemente sull’umore della persona. Le difficoltà attuali hanno, infatti, un forte impatto sulla vita di ciascun individuo, basti pensare ai numerosi fatti di cronaca.

Secondo l’Osmed dell’Agenzia Italiana del Farmaco, l’uso degli antidepressivi è praticamente raddoppiato negli ultimi dieci anni. Un altro primato negativo è costituito dall’incremento dei suicidi come più frequenti cause di morte, la quarta per l’esattezza, nei ragazzi tra i 15 e i 24 anni.

Negli anni, quindi, la depressione, ma anche la sindrome bipolare sono diventate una vera e propria emergenza sociale, al punto da costringere gli organismi preposti della Sanità a valutare ogni rimedio possibile per arginare questo problema che, tra l’altro, ha dei costi altissimi per il nostro Sistema Sanitario Nazionale.

La ricerca, su questo disturbo subdolo e spesso non diagnosticato in tempi veloci, si è orientata a valutare tutte le possibilità terapeutiche che possono alleviare la sofferenza di chi ne è affetto. I protocolli che prevedono antidepressivi devono fare i conti con un elenco pressoché infinito di “effetti collaterali”, ecco perché la ricerca si è estesa ai rimedi naturali già conosciuti ma sfruttati pochissimo.

Stiamo parlando dei funghi medicinali e della cannabis.

Le nuove opportunità di cura e prevenzione

Di recente sono stati realizzati studi approfonditi sulla Micoterapia ovvero sull’utilizzo dei Funghi Medicinali per la prevenzione e la cura di numerose patologie. I funghi medicinali sono usati in Cina da circa 4000 anni e costituiscono un medicamento di uso comune in questa nazione.

In merito alla depressione, all’ansia, allo stress e all’insonnia, vengono in genere somministrati Agaricus Blazei, Auricolaria e Cordyceps. L’Agaricus  interviene nella produzione di quelle sostanze dalle quali derivano Dopanima, Noradrenalina, elementi indispensabili per la salute emotiva e che si riducono drasticamente in presenza di depressione.

auricolaria

L’Auricolaria,  invece, agisce sugli eccessi di Adrenalina, riequilibrandoli e tenendo sotto controllo gli effetti negativi che ha sulla circolazione, sul sonno e sulla tensione, ristabilendo distensione e serenità, mentre il Cordyceps agisce da tonico.

Oltre a questi rimedi naturali, dalla comprovata utilità, è presente un altro prodotto naturale che sta facendo riflettere non pochi medici, in questo ultimo periodo. Stiamo parlando della Cannabis. Gli studi su questa pianta miracolosa sono datati. Le sue proprietà sono così efficaci che la pianta può essere impiegata in numerose malattie:

  • Epilessia
  • Disturbi psichici
  • Sclerosi multipla
  • Anorresia
  • Glaucoma
  • Asma
  • Morbo di Alzheimer
  • Morbo di Parkinson
  • Sclerosi laterale amiotrofica

La Canapa Indiana, l’altro nome della Cannabis, è utilizzata molto spesso per contrastare l’inappetenza dei malati di AIDS e di Cancro, oltre che per ridurre gli effetti della chemioterapia. Ma, oltre a queste possibilità, se ne aggiungono altre che riequilibrano la psiche depressa, demotivata.

L’assunzione di questa pianta, infatti, ha degli effetti rilassanti, analgesici per il dolore e può addirittura abbassare la pressione intraoculare. Essendo un euforizzante, riesce ad intervenire sullo stato della persona contrastandone la sindrome depressiva e il senso di ansia e panico, ostacolando anche gli effetti del disturbo bipolare. Ultimamente si sta discutendo molto sulla legalizzazione della Cannabis per uso terapeutico e personale. Pare che vi sia una decisione al vaglio della commissione parlamentare, la quale dovrebbe autorizzare questo decreto legge, tanto che è comparso un comunicato stampa dell’Ansa proprio in questi giorni.

Utilizzata da secoli, questa pianta possiede qualità analgesiche, sedative e miorilassanti.

I rimedi naturali hanno un raggio d’azione molto vasto e non aggrediscono il fisico con gli effetti collaterali; certamente le case farmaceutiche hanno molta più convenienza a far acquistare  i loro farmaci piuttosto che badare alla salute delle persone. Ci auguriamo che, in sede di decisioni a livello istituzionale, prevalga la coscienza e la consapevolezza in modo da favorire un innalzamento della qualità di vita dei pazienti che si trovano a combattere con patologie pesanti e dolorose.

Trovate il Cordiceps qui: http://amzn.to/2jRAZpr

Trovate il Reishi qui: http://amzn.to/2kLRq7M

Trovate l’Agaricus qui:http://amzn.to/2knAOFv

Trovate qui l’Auricolaria:http://amzn.to/2jzhjpx

Come supporto alla cura della depressione e degli attacchi di ansia e panico, è stato riscontrato anche un enorme beneficio praticando la meditazione guidata.

Di seguito alcuni prodotti consigliati

 

 

cordyceps-puro-90-capsule

reishi-capsule

agaricus-blazei-amazon

 

 

 

 

 

Agaricus Biologico

agaricus-biologico