Accettare gli eventi ed accettare se stessi: il primo passo verso il benessere e la salute

“Il più grande successo è riuscire ad accettare se stessi.”

Ben Sweet, Scrittore

persone felici

“Sentite a volte una vocina critica quando pensate al prossimo pasto? Più specificatamente, cosa dice il critico che è in voi? La voce si fa sentire maggiormente prima, durante o dopo il pasto? Quando si acquieta?

L’accettazione di sé consente alla persona di percepirsi non come essere manchevole e incompleto ma per ciò che è nella sua interezza, e ciò include i pensieri sul cibo e i comportamenti alimentari sia positivi sia negativi.

I pensieri negativi e limitanti rientrano in alcune categorie comuni. Ad esempio, il pensiero “assolutista” suona così: “Non sono mai in grado di controllare cosa mangio”. Il pensiero di “auto-biasimo” recita: “È colpa mia se non ho fatto un pasto bilanciato.”

Un’altra categoria di pensiero è l’angoscia “auto-inflitta”: “Andare a quella cena sarà sicuramente un grosso errore.” Infine, il pensiero che dà voce ai “sensi di colpa”: “Sapevo che non avrei dovuto fare il bis.” Poiché ogni pensiero presenta due aspetti speculari, provate a vedere se riuscite ad ampliare la prospettiva dei pensieri limitanti. Con il tempo vedrete che riuscirete a coltivare una voce più equilibrata che condurrà all’accettazione di voi stessi.”

(Tratto da: ”Cibo per il corpo, nutrimento per lo spirito” di Donald Altman)

Per aiutarci a ritrovare l’energia interiore e superare lo stress che danneggia la nostra salute, possiamo avvalerci dei rimedi naturali e di buone letture, Di seguito qualche consiglio.